Lettorato e accolitato aperti alle donne. Trasformare un’evidenza in un’opportunità per il rinnovamento della Chiesa - André Haquin, Arnaud Join-Lambert - Vita e Pensiero - Articolo Rivista del Clero Vita e Pensiero

Lettorato e accolitato aperti alle donne. Trasformare un’evidenza in un’opportunità per il rinnovamento della Chiesa

novitàdigital Lettorato e accolitato aperti alle donne.
Trasformare un’evidenza in un’opportunità
per il rinnovamento della Chiesa
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2021 - 5
titolo Lettorato e accolitato aperti alle donne. Trasformare un’evidenza in un’opportunità per il rinnovamento della Chiesa
autori
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 05-2021
issn 666666RIVISTACLERO (stampa)
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Con il Motu proprio Spiritus Domini del 20 gennaio 2021, papa Francesco ha soppresso la clausola che riservava agli uomini i ministeri istituiti del lettorato e dell’accolitato. Lo studio di Arnaud Join-Lambert e André Haquin,  rispettivamente docente di Teologia pastorale e professore emerito di Teologia liturgica e sacramentaria presso l’Università Cattolica di Lovanio, inquadrano l’atteso provvedimento nella riforma postconciliare degli ordini minori per poi esaminare in dettaglio le opportunità offerte dalla decisione papale. Un rinvigorimento di tali ministeri non potrà che portare a svolgere il servizio della Parola di Dio oltre la celebrazione domenicale, diffondendolo in più campi  d’azione. Così anche l’istituzione rituale al servizio dell’eucaristia potrebbe arricchire, oltre le celebrazioni domenicali, la preghiera delle comunità e dei gruppi. «Viviamo forse attualmente un kairos, un momento favorevole e  importante, in cui possono convergere l’urgenza di responsabilizzazione e la scelta della prossimità con l’apertura dei ministeri istituiti a tutti i battezzati, uomini e donne. Prendere sul serio non soltanto il sacerdozio comune in  generale, ma anche la vocazione battesimale di alcuni al servizio degli altri in una dimensione di prossimità, come lettore, lettrice o accolito, è una possibilità offerta alle nostre Chiese in crisi». L’articolo è stato pubblicato nella  versione originaria francese sul n. 143 di «Nouvelle Revue Théologique» (aprile-giugno 2021), che ringraziamo per averne autorizzato questa traduzione italiana.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento