Il tuo browser non supporta JavaScript!

«Avevano ogni cosa in comune» (At 2,44). Riconciliarsi con i beni della terra

novitàdigital «Avevano ogni cosa in comune» (At 2,44).
Riconciliarsi con i beni della terra
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2019 - 9
titolo «Avevano ogni cosa in comune» (At 2,44). Riconciliarsi con i beni della terra
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 10-2019
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

La scorsa primavera i Global Strike For Future hanno richiesto con forza all’intera società civile e politica un maggiore impegno contro i cambiamenti climatici, attirando l’attenzione mondiale sull’emergenza ambientale. L’intervento di don Bruno Bignami, presbitero della diocesi di Cremona, Direttore dell’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della CEI, Docente di Teologia morale e Presidente della Fondazione Mazzolari, affronta la tematica ecologica leggendola in profondità mediante un’articolata disamina delle radici economiche e dei comportamenti che l’hanno prodotta e tuttora la alimentano. Lo studio analizza l’attuale crisi climatica quale conseguenza della mancata destinazione comune dei beni, iniquità che negli ultimi decenni ha assunto il volto di piani economici che hanno riproposto le medesime dinamiche coloniali e predatorie perseguite nei secoli scorsi con la violenza degli eserciti. L’analisi di don Bignami si riferisce puntualmente al magistero ecclesiale degli ultimi due pontefici, che hanno speso parole chiare, fondate su un pensiero etico-sociale radicato nella tradizione e scientificamente aggiornato, capaci di indicare la via verso un modello antropologico ed economico ecologicamente equo e sostenibile.