Preti per una 'Chiesa in uscita' - Roberto Repole - Vita e Pensiero - Articolo Rivista del Clero Vita e Pensiero

Preti per una 'Chiesa in uscita'

digital Preti per una 'Chiesa in uscita'
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2014 - 12
titolo Preti per una 'Chiesa in uscita'
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 01-2015
issn 0042-7586 (stampa) | 2785-0846 (digitale)
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Il contributo che qui presentiamo riflette sulla figura del prete richiesta dall’istanza di una 'Chiesa in uscita', missionaria, che ha quale priorità l’annuncio ai lontani. Questa linea programmatica, ribadita spesso dal magistero di papa Francesco, interroga inevitabilmente la parrocchia e i suoi pastori. La riflessione di don Roberto Repole, docente di Ecclesiologia presso la Facoltà teologica di Torino e presidente dell’Associazione Teologica Italiana, accetta la sfi da di pensare nel concreto dell’azione ministeriale questo radicale cambio di prospettiva. Per il presbitero infatti diviene vitale chiedersi come sostenere una comunità che si pensi e si viva strutturalmente estroversa, all’interno di un mondo scristianizzato, 'dove l’unica possibilità che è data per l’evangelizzazione è che il vangelo venga trasmesso da persona a persona e sia accolto nella libera adesione della coscienza'. Ciò comporta una conversione nel percepire il ruolo dei preti, poiché la comunità cristiana esiste e vive anche là dove essi non possono fisicamente esserci, là dove, primariamente, si gioca la sfida dell’annuncio evangelico.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento