Segno dell’unico e cura dei molti. Il ministero del prete. I - Giuliano Zanchi - Vita e Pensiero - Articolo Rivista del Clero Vita e Pensiero

Segno dell’unico e cura dei molti. Il ministero del prete. I

digital Segno dell’unico e cura dei molti. Il ministero del prete. I
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2014 - 9
titolo Segno dell’unico e cura dei molti. Il ministero del prete. I
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 10-2014
issn 0042-7586 (stampa)
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Il saggio di don Giuliano Zanchi, redattore della rivista e segretario generale della Fondazione Bernareggi di Bergamo, richiama l’attenzione sulla questione, sempre centrale e di stretta attualità, dell’identità presbiterale. L’articolo propone con singolare lucidità e capacità di sintesi una rilettura della figura del prete nella società contemporanea, collocandola sullo sfondo del passato che ce l’ha consegnata e dell’attuale contesto culturale – una sorta di ‘terremoto’ – che ne richiede una seria reinterpretazione. La tesi del contributo, sviluppata nella seconda parte che pubblicheremo nel prossimo numero, nè che «la crisi della figura del prete […] è in realtà anzitutto la crisi profonda del compito pastorale» e quindi «la domanda sul ministero del prete richiede anzitutto di ricollocare la questione sullo sfondo più generale della ministerialità della Chiesa, del compito che i cristiani hanno assegnato nella storia: comprendere a fondo il ruolo a cui sono chiamati i discepoli di Gesù in relazione agli uomini del loro tempo». Nelle pagine conclusive dell’articolo, l’Autore incoraggia a camminare con decisione verso il «modello pastorale di Gesù», di cui don Zanchi traccia una sintetica e stimolante grammatica di base.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento