Libri di Stefano Gorla - libri Rivista del Clero Vita e Pensiero

Stefano Gorla

Libri dell'autore

La fede a strisce. Il caso del fumetto agiografico digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2007 - 7-8
Anno: 2007
Il contributo del barnabita Stefano Gorla (parroco di S.Alessandro a Milano e pubblicista) si occupa di un tema a prima vista inusuale, ma tutt’altro che marginale e ‘ingenuo’. Infatti, il fumetto religioso non solo ha una lunga e qualificata tradizione alle spalle, ma è efficace strumento di diffusione del messaggio cristiano, non solo in fasce giovanili di età. Sono numerosi gli esempi di buona qualità, anche recenti, come illustra l’autore: pure in questa modalità tipica della cultura di massa può esprimersi il desiderio di far conoscere il Vangelo e la santità della Chiesa.
€ 4,00
«Cercate di lasciare questo mondo un po’ migliore di quanto non l’avete trovato». L’esperienza dello scautismo digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2007 - 2
Anno: 2007
Il 2007 celebrerà il centenario della nascita del movimento scout, una delle esperienze educative più efficace e appassionanti, diffusa in ben 216 nazioni. La ricorrenza invita a una riflessione che aiuti a conoscere non solo storia e ispirazioni dello scautismo, ma anche le linee metodologiche e i tratti di spiritualità che ne hanno mantenuto intatto il fascino lungo un intero secolo. Ci conduce in questo itinerario p. Stefano Gorla (barnabita e assistente formatore dell’Agesci), offrendo una presentazione completa del movimento scout, in particolare della fisionomia profondamente religiosa e ‘cattolica’ che ha assunto in Italia, confermandolo anche negli anni recenti come una sorta di unicum, per vigore della proposta e tenuta delle adesioni, nel panorama associativo ecclesiale.
€ 4,00
Un pastore attento al suo tempo: il barnabita Pietro Gazzola digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2006 - 10
Anno: 2006
L’articolo rievoca la figura, purtroppo poco nota, di Pietro Gazzola, religioso barnabita attivo a Milano nel periodo a cavallo tra Ottocento e Novecento. Stefano Gorla (barnabita anch’esso, pubblicista e saggista) ne mette in luce i tratti di indubbia attualità che ancora oggi conserva. Fu infatti «animatore di una comunità cristiana aperta, in ricerca, fautore di una pietà profonda e non devozionalistica. Grazie a una sensibilità tesa a cogliere i segni dei tempi nella cultura contemporanea, da essi si fece interrogare e interrogò attraverso una predicazione evangelica». La cultura connotò la sua missione pastorale, senza forzature o giustapposizioni. Una sensibilità così affinata ci pare permanga caratteristica preziosa ed efficace anche per chi esercita il ministero nel nostro tempo.
€ 4,00