Il tuo browser non supporta JavaScript!

Invocare il nome. I. Il salmo 30, per entrare nel «Libro degli affetti»

digital Invocare il nome. I. Il salmo 30, per entrare nel «Libro degli affetti»
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2011 - 7-8
titolo Invocare il nome. I. Il salmo 30, per entrare nel «Libro degli affetti»
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 07-2011
issn 666666RIVISTACLERO (stampa)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Questo bel saggio di teologia biblica di don Roberto Vignolo, docente di Esegesi e Teologia biblica alla Facoltà teologica di Milano, ha come tema la preghiera e in particolare la sua forma più alta, l’invocazione del nome di Dio. Il saggio è costruito come un dittico, che approfondisce due brani veterotestamentari di grande densità spirituale, capaci di illuminare da diverse angolature il nostro tema, che prende rilievo singolare sullo sfondo della preghiera salmica ebraica e della sua capacità di mostrare una profondissima visione dell’uomo. L’intero Antico Testamento permette infatti di riscoprire l’inesauribile carica spirituale contenuta nell’esperienza originaria della preghiera. È ciò che avviene accostando i salmi, radicati in un’esperienza vitale, in un volere la vita, che è al tempo stesso presupposto e punto di arrivo di ogni vera preghiera. Pubblichiamo qui la prima parte dello studio, che mostra come il Sal 30 possa rivelare all’orante il senso globale della vita come una grande lode a Dio: «Questa è la grandezza della preghiera dei salmi, che in Gesù diventano compiuta preghiera filiale: in essa la vita, con i suoi poli contrastanti, circola per unificarsi nell’unica grande invocazione del nome di Dio, in uno slancio filiale incontro al Padre, nello spirito di Gesù Cristo». Seguirà sul prossimo numero l’analisi di 2Sam 1-2, la storia di Anna, che mostrerà le grandi potenzialità della preghiera nei processi di trasformazione degli affetti.