L’eterno in immagine? Nota su virtuale e liturgia - Roberto Diodato - Vita e Pensiero - Articolo Rivista del Clero Vita e Pensiero

L’eterno in immagine? Nota su virtuale e liturgia

digital L’eterno in immagine?
Nota su virtuale e liturgia
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2021 - 12
titolo L’eterno in immagine? Nota su virtuale e liturgia
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 12-2021
issn 0042-7586 (stampa) | 2785-0846 (digitale)
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

In linea di continuità con l’intervento di don Giuliano Zanchi, Direttore della Rivista, sul numero dello scorso febbraio, Roberto Diodato, docente di Estetica e filosofia dell’esperienza estetica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, affronta alcune questioni teoriche emerse in quelle prassi che, nel tempo della pandemia, hanno visto le nostre liturgie intrecciarsi con il mezzo della loro rappresentazione tecnologica. Quel vissuto, che ha lasciato in eredità molte delle sue pratiche, porta con sé molti interrogativi. Essi convergono in particolare sullo statuto e sulla funzione della mediazione tecnica e visiva. È possibile vivere ‘in immagine’ quell’evento in cui «il tempo cronologico e lo spazio divisibile diventano parte dell’eterno e dell’indivisibile»? Per rispondere a questa domanda, e a molte altre che essa suppone, occorre mettere a tema la questione della percezione della realtà che le nuove tecnologie hanno  trasformato in profondità. Roberto Diodato prova nel suo contributo a fare da guida esperta in questo mondo nuovo per tutti. Si tratta di comprendere i media e la loro logica, entrando nella persuasione che essi non sono soltanto  strumenti neutri, ma un «nuovo modo di essere vivi». Un percorso non semplice ma necessario per mettere a punto una nozione di ‘immagine’ «quale potenza ontologica espressiva», capace di essere «simbolo di un accadere possibile dell’Altro in mezzo a noi», fruibile quindi dalla liturgia.