Riflessioni sulla città. Una questione di crescente attualità - Mauro Gambetti - Vita e Pensiero - Articolo Rivista del Clero Vita e Pensiero

Riflessioni sulla città. Una questione di crescente attualità

digital Riflessioni sulla città. Una questione di crescente attualità
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2022 - 1
titolo Riflessioni sulla città. Una questione di crescente attualità
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 01-2022
issn 0042-7586 (stampa) | 2785-0846 (digitale)
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Pubblichiamo una interessante riflessione sul tema della città del card. Mauro Gambetti, O.F.M. Conv., Arciprete della Basilica Papale di San Pietro in Vaticano, Vicario Generale di Sua Santità per la Città del Vaticano e Presidente della 
Fabbrica di San Pietro. Il contributo nasce come relazione per il convegno internazionale «Sfide delle culture urbane. Svelare la spiritualità dei luoghi» organizzato dall’Università di Parma nei giorni 5 e 6 novembre 2021. Immaginare  la città di tutti è parte integrante di quella approssimazione al regno di Dio che tanto impegna la testimonianza dei credenti. Per questo essere attenti alle sue evoluzioni non è un gesto marginale della vita cristiana. La maggioranza  della popolazione mondiale già vive in città, e la tendenza è in continua crescita. Il tema presenta quindi un’attualità crescente che sfida i credenti a elaborare progettualità politiche in grado di anticipare e governare eticamente il futuro e indirizzarlo verso un orizzonte condiviso di fraternità: «La Chiesa, d’altronde, non ha alcuna necessità di essere al centro della città, perché questo non è il proprium ecclesiale; piuttosto la Chiesa è chiamata a proporsi come  un bene per tutti: è questo il proprium ecclesiale. […] In questo nuovo scenario la Chiesa si sente chiamata a prendersi cura, far crescere, dare possibilità, condividere beni di ogni tipo, combattere le ingiustizie e le sofferenze,  individuare i deserti e farli fiorire».