Il tuo browser non supporta JavaScript!

Varcare la soglia: lo spazio e il tempo della liturgia

digital Varcare la soglia: lo spazio e il tempo della liturgia
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2005 - 9
titolo Varcare la soglia: lo spazio e il tempo della liturgia
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2005
issn 666666RIVISTACLERO (stampa)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Come entriamo in chiesa, allorché ci accingiamo a celebrare l’eucaristia? La domanda esplicita una questione di essenziale importanza, che determina il timbro delle nostre celebrazioni, dipendendo esso dalla disposizione con cui le si vive. «Nella celebrazione si entra attraverso un semplicissimo atto di attenzione credente a un evento gratuito che sta offerto in un tempo e uno spazio altri da quanto mani umane costruiscono». Sono il tempo e lo spazio della liturgia cristiana che custodisce, attualizzandola, la memoria della Pasqua di Gesù. L’articolo di madre Maria Ignazia Angelini (abbadessa del monastero benedettino di Viboldone) sollecita a varcare la soglia della celebrazione con uno spirito vigile, ben consapevole del Dono che vi viene offerto. Per questo motivo l’Autrice mette in guardia dalle tentazioni sia di rendere interessante la liturgia in chiave spettacolare (ne verrebbe corrotta la sostanza) sia dell’estetismo della religiosità postmoderna (un suo raffinato uso strumentale). In tal modo verrebbe infatti oscurato il senso autentico del rito cristiano, quel «fate questo in memoria di me» che ne è come la punta dura: i santi segni chiedono l’intimo consenso al mistero della Pasqua e l’obbediente trasformazione della propria vita a immagine della dedizione di Gesù.