‘Castigo di Dio’ o ‘auto-castigo’ dell’uomo? Le intuizioni del profeta Ezechiele nella ‘notte’ dell’esilio - Franco Manzi - Vita e Pensiero - Articolo Rivista del Clero Vita e Pensiero

‘Castigo di Dio’ o ‘auto-castigo’ dell’uomo? Le intuizioni del profeta Ezechiele nella ‘notte’ dell’esilio

digital ‘Castigo di Dio’ o ‘auto-castigo’ dell’uomo?
Le intuizioni del profeta Ezechiele nella ‘notte’ dell’esilio
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2020 - 9
titolo ‘Castigo di Dio’ o ‘auto-castigo’ dell’uomo? Le intuizioni del profeta Ezechiele nella ‘notte’ dell’esilio
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 10-2020
issn 666666RIVISTACLERO (stampa)
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Questo bel saggio di teologia biblica raccoglie l’obiezione che, immancabilmente, a ogni tragedia si leva contro la giustizia di Dio, sospettato di essere in qualche misura responsabile del male che affligge il mondo. Don Franco Manzi, biblista e docente presso la Facoltà teologica di Milano, tematizza quegli interrogativi rifacendosi alla concezione della retribuzione immanente proposta dal profeta Ezechiele, protagonista del dramma politico e religioso dell’esilio babilonese, concezione che trova il suo compimento/superamento nella rivelazione evangelica. «La timida intuizione di Ezechiele sull’auto-punizione dei peccatori e la sua nitida affermazione della responsabilità individuale al cospetto di Dio sospingono la rivelazione biblica verso il superamento di una concezione del Signore quasi fosse una divinità “bifronte” […] Ma sarà solo la rivelazione definitiva di Gesù sul Dio-Abbà univocamente buono che consentirà di respingere senza esitazioni questa tentazione comunque insorgente, soprattutto nelle stagioni crocifiggenti della vita».