Della solitudine del prete, ma con speranza - Felice Scalia - Vita e Pensiero - Articolo Rivista del Clero Vita e Pensiero

Della solitudine del prete, ma con speranza

digital Della solitudine del prete, ma con speranza
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2007 - 5
titolo Della solitudine del prete, ma con speranza
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 05-2007
issn 0042-7586 (stampa) | 2785-0846 (digitale)
€ 4,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Tema non ovvio quello della solitudine del prete. Esiste infatti una solitudine intrinseca alla vita del presbitero (come peraltro di ogni uomo): è la solitudine ‘amica’ del rientrare in se stessi, nella compagnia grata del Signore, fonte di ogni ministero che conservi la freschezza delle origini. Ma esiste anche una solitudine ‘nemica’, quella dell’assenza di relazioni vitali, della rassegnazione all’accidia pastorale e del fallimento della propria parabola esistenziale. Occorre guardare in faccia questa solitudine, che, quando si cronicizza, decreta il vuoto dell’anima. Fronteggiarla è un dovere per ogni prete che intenda restare fedele alla sua vocazione, che voglia dare un contenuto alla carità da usare a ogni confratello, e per ogni vescovo che voglia essere all’altezza della responsabilità verso il presbiterio affidatogli. Della solitudine ci parla, con speranza e toni efficaci, padre Felice Scalia S.J., docente all’Istituto superiore di scienze umane e religiose di Messina.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento