La Costituzione «Episcopalis communio» - Alphonse Borras - Vita e Pensiero - Articolo Rivista del Clero Vita e Pensiero

La Costituzione «Episcopalis communio»

digital La Costituzione «Episcopalis communio»
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2018 - 11
titolo La Costituzione «Episcopalis communio»
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 12-2018
issn 0042-7586 (stampa) | 2785-0846 (digitale)
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Lo scorso 15 settembre è stata pubblicata la Costituzione apostolica Episcopalis communio (EC). Con questo documento il papa ha inteso modificare le regole per le assemblee dei vescovi, confermando la direzione già impressa alle ultime assemblee sinodali, quella cioè di «una Chiesa costitutivamente sinodale», in continuità con l’ecclesiologia del Concilio Vaticano II. Mons. Alphonse Borras, Vicario episcopale della diocesi di Liegi, professore all’Università Cattolica di Lovanio e all’Institut Catholique di Parigi, presenta qui l’importante documento – «una pietra miliare» – soffermandosi sul suo preambolo dottrinale per poi sottolineare il carattere innovatore di alcune delle disposizioni principali. Con EC Francesco conferma di avere una «“speciale attenzione” per il Sinodo dei vescovi affinché i suoi sviluppi ulteriori favoriscano “ancor di più il dialogo e la collaborazione tra i Vescovi e tra essi e il vescovo di Roma” (5a). E ciò nella ferma convinzione che i vescovi siano stati istituiti per il servizio del popolo di Dio al quale appartengono in virtù del loro battesimo».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento