Il tuo browser non supporta JavaScript!

LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2009 - 11

digital LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2009 - 11
Fascicolo digitale
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo 11 - 2009
titolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2009 - 11
editore Vita e Pensiero
formato Fascicolo digitale | Pdf

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Sommario

EDITORIALE: Quale gloria?
pagine: 2 Scarica
L’umano con-segnato. Riflessioni sullo stato sacerdotale
di Pierangelo Sequeri pagine: 17 € 4,00
Abstract
Un’appassionata meditazione di mons. PierAngelo Sequeri dà avvio alla serie di contributi che la Rivista ha programmato per l’Anno sacerdotale indetto da Benedetto XVI. Il punto fondante di questa riflessione sul senso dell’essere prete nella nostra epoca è l’attenzione per la Chiesa che concretamente c’è. Questa presa diretta con la realtà è l’antidoto all’insorgere nel presbitero dell’insoddisfazione per la comunità che Dio gli ha affidato. Il prete, piuttosto, è un uomo che, per amore del Signore, consegna la propria vita alla cura obbediente della Chiesa reale e della sua missione, trovando qui la propria letizia. Secondo il medesimo spirito, il ministero cristiano nei confronti di tutti i non-discepoli è chiamato ad accogliere radicalmente la vita quotidiana come il terreno della nostra rivelazione di Dio. Su questo sfondo, e oltre ogni retorica, Sequeri rilegge il nucleo spirituale della figura sacerdotale secondo la categoria del cuore: «Nel punto di contatto tra il ministero apostolico e la condizione umana, un uomo, consacrato nel nome del Signore all’azzardo del loro legame più alto, mette il cuore. È lui stesso il legame. L’immagine che deve dominare su tutto, e in tutto, rimane detta in quelle semplici parole: ricomposizione e misericordia. Riconciliazione con Dio, mediante il ministero della fede, reciprocità fra gli umani, mediante il ministero di agape».
Famiglia e trasmissione della fede
di Henri Derroitte pagine: 19 € 4,00
Abstract
In un momento nel quale è vivo all’interno della Chiesa italiana il dibattito sul rinnovamento degli itinerari catechetici, pubblichiamo un’interessante riflessione sulle dinamiche della trasmissione della fede. Ne è autore il pastoralista belga Henri Derroitte, docente all’Università Cattolica di Lovanio e direttore del Centro e della rivista «Lumen Vitae» di Bruxelles. L’articolo focalizza l’attenzione sul ruolo della famiglia, sollevando con franchezza e oltre i luoghi comuni le questioni di fondo che la riguardano: a quale figura di famiglia la Chiesa può realisticamente rivolgersi chiedendole di essere attiva nella catechesi? Quali modelli è in grado di trasmettere la famiglia odierna? A quali condizioni essa può realmente trasmettere qualcosa, e quindi anche un’educazione religiosa? Il saggio si chiude suggerendo un’ipotesi di lavoro, articolata in cinque punti che concretamente offrono dei riferimenti strategici nell’articolazione di nuovi interventi pastorali.
Dio consola il suo popolo. Meditazione sull’Avvento
di Roberto Vignolo pagine: 11 € 4,00
Abstract
Don Roberto Vignolo, docente di Esegesi e Teologia biblica alla Facoltà teologica di Milano, propone in queste pagine una suggestiva meditazione a partire dal capitolo 40 del libro di Isaia. Dio consola il suo popolo in esilio promettendogli l’inimmaginabile: un cammino attraverso il deserto per fare ritorno in patria, sperimentando così la vicinanza del Signore. Il tema viene svolto nella prospettiva spirituale dell’Avvento, tempo nel quale va tenuta desta la coscienza del Dio con noi. La consolazione ha come fondamento solido il farsi carne della Parola, il suo discendere nella fragilità della nostra condizione umana. Nulla può sottrarsi alla luce dell’affetto che Dio ha per noi e alla speranza che esso dischiude.
«Corro perché conquistato». Lo sport e l’ordine del cuore
di Marco Pozza pagine: 13 € 4,00
Abstract
La riflessione di don Marco Pozza, giovane prete della diocesi di Padova e appassionato maratoneta (se ne può consultare il sito www.sullastradadiemmaus.it), invita a riscoprire il valore educativo della pratica sportiva, che mostra indubbie analogie con l’educazione alla fede: si tratta di un’educazione che corre per certi versi parallela, «almeno quando l’obiettivo è quello di preparare le disposizioni interiori, le fondamenta sulle quali poi poggiare e realizzare il progetto architettato. La dimensione sportiva spartisce con l’atto di fede quell’ordine del cuore che è necessario tanto per fare di un buon ragazzo un possibile campione quanto per fare di un giovane fedele un possibile santo». L’ordine del cuore evocato in queste pagine è il terreno propizio alla ricomposizione di interiorità disperse e frammentate, come spesso sono quelle dei giovani oggi, e per rendere possibile anche a loro l’ascolto dell’Eterno che chiama.
Gli angeli, messaggeri di Dio
di Carlo Porro pagine: 14 € 4,00
Abstract
Compressa fra la più seducente demonologia e il pregiudizio di credenza popolare, l’angelologia è stata a lungo dimenticata come se fosse un capitolo irrilevante della dogmatica. Don Carlo Porro, docente di Teologia dogmatica presso il Seminario vescovile di Como, reagisce a tali riduzioni presentando un breve compendio della dottrina sugli angeli, allo scopo di illustrarne il rilievo per la fede cristiana. In particolare l’autore, sottolineando che l’angelologia ha come suo fondamento necessario la cristologia, riconosce che essa riveste un’importanza secondaria nella gerarchia delle verità cristiane. Tuttavia la devozione agli angeli trova legittimazione in una rilettura soggettiva di tale gerarchia, che ravvisa nelle presenze angeliche un ruolo nell’economia salvifica.
«Mi sta a cuore». Un percorso pedagogico nell’opera di Lorenzo Milani
di Raffaele Mantegazza pagine: 10 € 4,00
Abstract
L’articolo di Raffaele Mantegazza, docente di Pedagogia presso l’Università di Milano Bicocca, ripropone in modo originale l’eredità di don Lorenzo Milani, individuando alcune parole-chiave dei suoi scritti e della sua opera (denuncia, politica, parola, etica, profezia), ed esplicitando l’attualità della sua filosofia pedagogica: ne emerge un percorso incisivo e denso di provocazioni, che mira a favorire nel lavoro educativo la formazione di una coscienza critica nei confronti delle ingiustizie e delle brutture della società odierna.

Pinterest