Il tuo browser non supporta JavaScript!

LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2008 - 9

digital LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2008 - 9
Fascicolo digitale
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo 9 - 2008
titolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2008 - 9
editore Vita e Pensiero
formato Fascicolo digitale | Pdf

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Sommario

EDITORIALE: Ridire il centro, sempre
pagine: 3 € 6,00
La Bibbia, libro dell’umanità
di Gianfranco Ravasi pagine: 15 € 4,00
Abstract
Con l’intervista a mons. Gianfranco Ravasi, notissimo biblista e presidente del Pontificium Consilium de Cultura, proseguiamo il colloquio con alcuni dei protagonisti della stagione di ‘rinascita biblica’ seguita al Concilio Vaticano II. Le domande vertono soprattutto sul grande tema del rapporto fra Bibbia e cultura attuale. Le considerazioni di mons. Ravasi invitano a cogliere senza timori il kairos offerto dalla congiuntura culturale odierna, che offre inaspettate vicinanze con il codice linguistico biblico, rendendo così più facilmente avvicinabile l’uomo d’oggi, anche il non credente. La Bibbia si presta quindi, oggi forse più di ieri, a divenire uno straordinario veicolo missionario, capace di intercettare le eterne domande di senso dell’uomo, di provocarlo a una reazione, di liberarlo dalla condizione di vagabondaggio inconcludente alla quale sembra essere condannato dalla frenesia del modello di vita occidentale, ormai da tempo orfano di una grande narrazione che offra un senso.
Il grillo, il serpente e Dio. Una riflessione sull’ascolto
di Davide D'Alessio pagine: 15 € 4,00
Abstract
La bella riflessione che qui pubblichiamo è stata recentemente proposta dall’Autore, don Davide d’Alessio (docente di Teologia fondamentale al Seminario di Venegono), ai giovani che hanno frequentato gli incontri di Cultura e Spiritualità presso il seminario di Seveso (diocesi di Milano). Il testo, pur mantenendo lo stile discorsivo dell’esposizione, analizza con profondità e freschezza d’approccio il tema dell’ascolto, esaminandone i diversi livelli, da quello fenomenologico a quello biblico, teologico e spirituale. Per questo, le pagine che seguono potranno certo essere utili a un pubblico di giovani, ma anche a quanti volessero riscoprire l’attualità permanente di un tema cristiano fondamentalissimo, poiché «l’ascolto è il luogo in cui nasce la fede come libero affidamento alla verità che riconosciamo nella risonanza, che lo Spirito suscita, tra la Parola nella parola del testimone e la voce del maestro interiore che abita in noi».
Pensiero umile e stile cristiano
di Roberto Repole pagine: 15 € 4,00
Abstract
L’articolo qui pubblicato propone di rileggere lo specifico della teologia cristiana e dello stesso cristianesimo alla luce della categoria di umiltà. Ne è autore Roberto Repole, presbitero della diocesi di Torino e docente di Ecclesiologia alla Facoltà teologica dell’Italia settentrionale (sezione di Torino). Alla rigida alternativa tra il ‘pensiero forte’ della tradizione moderna e il postmoderno, ma non meno totalizzante, ‘pensiero debole’, l’Autore oppone la possibilità di un’altra via, quella di un pensiero umile: capace di mettersi in ascolto della Rivelazione senza catturarla, per riscoprire, da qui, che Dio e la Chiesa stessi non sono né forti né deboli, ma – appunto – umili. Seguendo un’intuizione di Guardini, don Repole invita a considerare come l’umiltà contrassegni tutta l’economia salvifica e quindi sia punto di riferimento per la vita della Chiesa e per lo stile di presenza del mondo da parte del cristiano: «L’umiltà si sposa molto bene con una identità chiara e con una grande forza […]. In fondo, ancora una volta, Gesù appare come Colui che, essendo stato “mite e umile di cuore” (Mt 11,29), può esprimerlo al meglio: perché ha manifestato che cosa significhi un’identità chiara, proprio nella sua pro-esistenza; e ha manifestato la sua grande forza proprio nella sua capacità di integrare anche il più piccolo, anche l’ultimo».
Il Regno, ‘occasione unica’. Il tesoro e il mercante, la rete e lo scriba (Mt 13,44-52)
di Guido Benzi pagine: 11 € 4,00
Abstract
Il breve ciclo dedicato da don Guido Benzi (biblista della diocesi di Rimini) alle parabole si chiude con un’analisi del cap. 13 di Matteo con le sue quattro parabole che parlano del Regno e degli atteggiamenti richiesti dall’urgenza della sua venuta: testi apparentemente simili, ma che celano una grande varietà di sfaccettature narrative, ciascuna delle quali introduce alla comprensione del ‘mistero del Regno’. L’Autore opera un’approfondita lettura dei testi mostrando la loro capacità di interpellare alla decisione anche il lettore odierno: «Le parabole predicate da Gesù e riscritte dalla comunità ecclesiale continuano il loro scopo performante, ponendo continuamente i discepoli di fronte all’enigma del regno e del suo sviluppo. L’“occasione unica” in qualche modo si ripete per ciascun uomo o donna che si accosta all’annuncio del medesimo vangelo continuamente operato dalla Chiesa».
Libro e libertà
di Luciano Manicardi pagine: 14 € 4,00
Abstract
L’articolo di Luciano Manicardi, monaco di Bose, è un vero e proprio elogio del libro. Giocando sull’assonanza libro/libero l’Autore mostra, anche attraverso suggestivi riferimenti letterari, come la lettura del libri favorisca lo sviluppo della libertà, nei suoi diversi aspetti. Queste pagine fatto riflettere soprattutto se consideriamo come nel nostro Paese – e in particolare presso le giovani generazioni – sia sempre più marcata una tendenza di disaffezione al libro, spia di una preoccupante involuzione antropologica e civile.

Pinterest