Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il vescovo nel suo presbiterio. Ripensare oggi la realtà del presbiterio

digital Il vescovo nel suo presbiterio.
Ripensare oggi la realtà del presbiterio
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2017 - 6
titolo Il vescovo nel suo presbiterio. Ripensare oggi la realtà del presbiterio
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 06-2017
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

L’auspicio di una maggiore sinodalità è certo una delle note ricorrenti e insistite del magistero di Francesco. E, afferma don Roberto Repole, docente di Ecclesiologia presso la Facoltà teologica di Torino e presidente dell’Associazione Teologica Italiana, considerata l’importanza che nella Chiesa cattolica riveste il ministero ordinato, la riforma ecclesiale disegnata dal papa richiede come condizione un’adeguata teologia del presbiterio. Il saggio che segue si propone come un sintetico e lucido itinerario di ripensamento della teologia del presbiterio che, a partire dagli spazi di oscillazione lasciati dai testi del Vaticano II, individua una linea prospettica diversa da quella ‘monarchica’ che oggi sembra essersi imposta. Già nella Chiesa antica – nota l’autore – coesistevano diversi modelli di ministero che sembrano ben accompagnarsi a una prospettiva di miglior sinodalità, che permetta di «pensare al vescovo come principio di unità con e nel suo presbiterio», piuttosto che al di fuori di esso; nel primo caso infatti risulta possibile «leggere più il vescovo a partire dal presbiterio e meno il presbiterio a partire dal vescovo».Tali considerazioni hanno un evidente rilievo pratico: in un tale orizzonte, «uno dei criteri di discernimento per quanti debbano assumere il compito dell’episcopato dovrebbe essere quello di saper anzitutto presiedere un soggetto collettivo quale il presbiterio, con il quale e nel quale discernere, pensare e progettare la vita ecclesiale».