Il tuo browser non supporta JavaScript!

La Chiesa cattolica e le Chiese della Riforma. Prospettive di dialogo dopo la Dichiarazione di Lund

digital La Chiesa cattolica e le Chiese della Riforma.
Prospettive di dialogo dopo la Dichiarazione di Lund
Articolo
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2016 - 12
titolo La Chiesa cattolica e le Chiese della Riforma. Prospettive di dialogo dopo la Dichiarazione di Lund
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 01-2017
€ 3,60

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

L’apertura delle celebrazioni del quinto centenario della Riforma protestante è stata accompagnata dal signifi cativo gesto simbolico compiuto dalla Chiesa cattolica con la partecipazione del papa alla commemorazione congiunta di Lund. La Dichiarazione che ne è scaturita indica le direttrici secondo cui il cammino ecumenico può e dovrà proseguire in futuro. Don Angelo Maffeis, docente di Storia della teologia moderna alla Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale di Milano, ne analizza il significato mostrando come in essa si concentrino sia una revisione del modo in cui la Chiesa cattolica ha giudicato la Riforma luterana e le Chiese che da essa hanno avuto origine, sia una revisione del modo in cui le Chiese luterane hanno giudicato la Chiesa cattolica, il suo insegnamento, la sua liturgia, le sue strutture ministeriali e il suo vertice istituzionale rappresentato dal vescovo di Roma. Lo studio mette poi a fuoco tre questioni fondamentali con cui dovrà misurarsi l’impegno ecumenico nei prossimi decenni: la via che il dialogo teologico è chiamato a percorrere per contribuire alla soluzione dei problemi ancora aperti tra le Chiese, il significato della ricerca dell’unità tra i cristiani in un contesto sociale e culturale sempre più segnato dal pluralismo religioso e infine l’esigenza di far apprezzare il valore dell’impegno ecumenico alle nuove generazioni che si preparano ad assumere delle responsabilità nella vita della Chiesa.

Pinterest