Il tuo browser non supporta JavaScript!

Paola Bignardi

Paola Bignardi
autore
Vita e Pensiero
Paola Bignardi, già presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, si occupa di temi educativi ed è pubblicista. Come membro del Comitato di Indirizzo dell’Istituto Toniolo, segue la realizzazione del Progetto Giovani.
Condividi:

Scritti dell'autore

Giovani, periferie al centro. La 91a Giornata dell’Università Cattolica del Sacro Cuore digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2015 - 3
Anno: 2015
L’intervento di Paola Bignardi, membro del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Toniolo e già presidente dell’Azione Cattolica Italiana, presenta il significato della 91a Giornata dell’Università Cattolica, che si celebrerà il prossimo 19 aprile e sarà dedicata ai giovani...
€ 3,60
Con i giovani, protagonisti del futuro. La 90ª Giornata per l’Università Cattolica del Sacro Cuore digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2014 - 3
Anno: 2014
Domenica 4 maggio si celebra la 90ª Giornata per l’Università Cattolica del Sacro Cuore...
€ 3,60
I giovani, protagonisti del futuro. Una ricerca a servizio della comunità cristiana digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2014 - 4
Anno: 2014
L’Istituto Toniolo, Ente fondatore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha avviato nel 2012 un’indagine nazionale sulla condizione giovanile coinvolgendo un ampio numero di giovani dai 18 ai 29 anni...
€ 3,00
Per una grammatica dell’ascesi digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2012 - 4
Anno: 2012
Nelle odierne condizioni di vita la sensibilità nei confronti dell’ascesi è certamente molto diversa da quella di altre epoche, anche semplicemente rispetto a pochi decenni fa. La cultura ambiente, segnata dai miti dell’autorealizzazione e della spontaneità, ha semplicemente accantonato il concetto stesso di ascesi, perdendo così anche il nucleo della secolare sapienza che lì si condensava. L’intervento di Paola Bignardi, già presidente nazionale dell’Azione Cattolica e membro del Comitato per il progetto culturale della Cei, mette a tema in prospettiva educativa la questione se nel nostro contesto postmoderno l’ascesi sia superata o se piuttosto lo siano quelle sue forme rimaste legate al passato. La risposta ripropone la pertinenza di una grammatica ascetica che sappia ritrascrivere per l’oggi la tensione alla conversione che appartiene all’uomo spirituale di ogni epoca, con la consapevolezza dei propri limiti e opacità nella sequela di Gesù Cristo, unico principio sintattico di ogni sforzo ascetico cristiano.
€ 4,00
 
Pinterest