Il tuo browser non supporta JavaScript!

Giuseppe Angelini

Giuseppe Angelini
autore
Vita e Pensiero
Mons. Giuseppe Angelini è professore emerito di Teologia morale alla Facoltà teologica dell’Italia settentrionale.
Condividi:

Scritti dell'autore

L’Europa assente. Cultura, civiltà, religione digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2017 - 6
Anno: 2017
Si parla molto della crisi in cui oggi versa l’Europa, insidiata dalle tendenze disgregatrici dei populismi, dalla divisione nord/sud, dall’insofferenza nei confronti dei vincoli imposti dai parametri economici comunitari. Ma davvero troppo poco si discute delle radici culturali della crisi europea, del rapido declino dell’umanesimo occidentale nel mondo globalizzato e omologato...
€ 3,60
L’Europa assente e il compito della Chiesa digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2017 - 7 - 8
Anno: 2017
Dopo aver analizzato sulle pagine del fascicolo di giugno le radici dell’odierna eclissi della cultura europea, mons. Giuseppe Angelini, docente di Teologia morale alla Facoltà teologica di Milano, propone in questo secondo articolo una via per rimediare alla grave perdita di memoria che impedisce all’Europa di offrire alla civiltà planetaria quanto solo essa può offrire, la testimonianza e le forme pratiche del suo umanesimo...
€ 3,60
«Quando Israele era un fanciullo, io l’ho amato…». Fiducia infantile e speranza adulta digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2016 - 4
Anno: 2016
Che cosa è la speranza? Come rimediare al suo attuale venir meno? Sono le impegnative domande che mons. Giuseppe Angelini, docente di Teologia morale alla Facoltà teologica di Milano, affronta in questo breve ma denso saggio. L’Autore afferma che esiste una relazione stretta tra crisi morale del nostro tempo e il suo difetto di speranza: questa tesi è svolta a partire dalla considerazione del tratto adolescenziale che caratterizza l’odierna cultura diffusa, quell’interminabile sperimentare che è diventato filosofia di vita universale...
€ 3,60
Il vangelo della misericordia, oggi. Emozione e virtù digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2015 - 10
Anno: 2015
Il prossimo 8 dicembre si aprirà il Giubileo straordinario, indetto da papa Francesco per favorire nei credenti «un vero incontro con la Misericordia di Dio». Il tema, centrale nel magistero papale, viene identificato come sintesi del messaggio evangelico e tratto più qualificante del messaggio di Gesù...
€ 3,60
Per educare un figlio ci vuole un villaggio digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2014 - 7-8
Anno: 2014
Quali sono oggi le cause della grande precarietà delle scelte di vita, come il matrimonio, il sacerdozio o la vita religiosa? Da questa domanda muoveva l’articolo di don Aristide Fumagalli...
€ 3,60
La fede, assenso a una dottrina? Origine e limiti di una formula digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2013 - 6
Anno: 2013
€ 4,00
Fede e cultura. Un rapporto da precisare digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2013 - 10
Anno: 2013
Ritorniamo sul tema della fede con questa articolata riflessione di mons. Giuseppe Angelini, docente di Teologia morale presso la Facoltà teologica dell’Italia settentrionale. «La Chiesa italiana – afferma l’Autore – con il suo progetto ha riconosciuto che il mutamento culturale costituisce il fattore fondamentale di crisi della fede». La fede cioè incontra difficoltà a diventare principio di vita a motivo della rapida trasformazione antropologica in atto. Alla luce di questo dato si profila quale compito per il ministero pastorale la comprensione dei codici culturali mediante i quali le persone oggi concretamente si riferiscono ai significati fondamentali della vita. Chiarire la dinamica dei rapporti tra cultura ed esperienza personale, in particolare tra cultura e pratica della fede, appare particolarmente importante perché la parola cristiana possa essere effettivamente comunicata agli uomini di questo tempo.
€ 4,00
L’educazione cristiana. I nodi teorici fondamentali digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2010 - 1
Anno: 2010
Con questo saggio mons. Giuseppe Angelini, docente di Teologia morale presso la Facoltà teologica dell’Italia settentrionale, ritorna sulla questione educativa trattando i nodi teorici che, chiariti, permettono di sviluppare in modo proficuo il tema dell’educazione morale e religiosa. La riflessione è guidata dalla convinzione che una buona teoria cristiana sul tema debba confrontarsi con le coordinate antropologiche dentro le quali il nostro tempo pensa la cultura e quindi l’educazione. La fede infatti propone una comprensione del compito educativo che, forte della convinzione circa la sua ascendenza ‘rivelata’, deve porsi in consapevole dialettica con la cultura odierna. Così il saggio, dopo l’attenta e laboriosa analisi delle problematiche che riguardano la relazione fra cultura, libertà e verità, si conclude presentando sinteticamente le linee caratteristiche di un’educazione cristiana, ispirata cioè al modello di comprensione della condizione umana suggerito dalla tradizione della fede biblica.
€ 4,00
L’educazione cristiana. Congiuntura storica e riflessione teorica digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2009 - 7-8
Anno: 2009
Come è noto, la CEI ha indicato l’‘educazione’ – «vera emergenza della nostra epoca» – quale tema per gli Orientamenti pastorali del prossimo decennio 2010-2020. I lettori avranno constatato che a questo tema, complesso e relativamente poco frequentato dalla teologia, la Rivista sta dedicando una serie di contributi di approfondimento. Lo studio di mons. Giuseppe Angelini (docente di Teologia morale presso la Facoltà teologica dell’Italia settentrionale, da sempre attento alle tematiche in questione, come testimoniano le sue numerose pubblicazioni in materia) analizza lo stato attuale della ‘questione educazione’ (nella Chiesa e nella società civile) chiarificando i profili teorici che, in maniera quasi sempre implicita, soggiacciono all’azione educativa. Si tratta di un contributo ricco e originale, che sottolinea quanto sia importante una riflessione adeguata perché possa essere svolto efficacemente quel compito educativo che oggi agli occhi dei padri e delle madri appare molto laborioso.
€ 4,00
Il ritorno della testimonianza. Le sue ragioni e i suoi problemi digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2007 - 4
Anno: 2007
‘Testimonianza’ è diventata parola strategica del cattolicesimo postconciliare, fino al Convegno di Verona che l’ha ripresa come figura sintetica per dire oggi il compito del credente e della Chiesa tutta. La riflessione di mons. Giuseppe Angelini (docente di Teologia morale alla Facoltà teologica di Milano) mira alla rigorizzazione del termine, riportandolo alla sua origine neotestamentaria, dove appare sullo sfondo conflittuale del ‘processo’ che il ‘mondo’ intenta a Gesù. Lì i discepoli sono chiamati a testimoniare in favore di Gesù, verità di Dio. «La presenza cristiana nel mondo – è la tesi sostenuta – assume di necessità la forma della testimonianza, a motivo del fatto che il mondo tiene nascosta la verità radicale, da sempre inscritta nelle forme dell’esperienza umana universale. La verità radicale è quella di Dio». Dopo questo chiarimento preliminare delle radici antropologiche della testimonianza, in un prossimo contributo l’Autore illustrerà come essa prenda forma alla luce della fede nel Vangelo e del suo giudizio sul ‘mondo’.
€ 4,00
«In testimonianza per loro». Gesù chiede la testimonianza, e la istruisce digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2007 - 6
Anno: 2007
La riflessione di mons. Giuseppe Angelini (docente di Teologia morale alla Facoltà teologica di Milano) sulla testimonianza avviata sul numero di aprile prosegue ora focalizzandosi sul ministero pubblico di Gesù. In particolare, l’Autore riprende il tema del segreto messianico, tipico del vangelo di Marco: i miracoli inducono i discepoli a dare pubblicità precipitosa ai suoi gesti, ma il Maestro li ammonisce a desistere, in attesa che il senso del suo operato si manifesti nel compimento della sua vita, sulla Croce. Questo aspetto del ministero di Gesù ci istruisce sul contenuto e sullo stile della testimonianza cristiana. Essa è tale quando la sua verità, la grazia di Dio, viene fatta propria dal discepolo nella ‘distanza’ della preghiera, che lo custodisce dal clamore e dell’attesa delle folle, spesso fuorvianti.
€ 4,00
La testimonianza apostolica e la coscienza digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2007 - 12
Anno: 2007
Questo articolo conclude la serie che mons. Giuseppe Angelini (docente di Teologia morale alla Facoltà teologica di Milano) ha dedicato alla categoria di ‘testimonianza’, una parola-chiave del cattolicesimo postconciliare. Dopo un chiarimento preliminare sulle radici antropologiche della testimonianza (4/2007, pp. 275-288), l’Autore aveva approfondito il profilo testimoniale delle parole e dei gesti di Gesù come emergono dalle narrazioni evangeliche (6/2007, pp. 440-453). Queste pagine si soffermano infine sulla forma che la testimonianza assume nella predicazione apostolica, in riferimento agli Atti e all’epistolario paolino. Nel primo caso la memoria di Gesù consente l’interpretazione del presente, e insieme i conflitti del presente illuminano quella verità dei gesti e delle parole di Gesù che prima sfuggiva. Le lettere di Paolo poi mostrano la stretta correlazione tra la testimonianza evangelica e la testimonianza muta che di Dio è offerta dalla coscienza di ciascuno.
€ 4,00
Che cosa significa generare? Un difetto di riflessione e le sue ragioni digital
formato: Articolo | LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2005 - 4
Anno: 2005
Nel dibattito pubblico sul prossimo referendum pare assente la considerazione di una tematica essenziale quale il senso della generazione umana. La cosa – afferma mons. Giuseppe Angelini (preside della Facoltà teologica di Milano) – ha di che sorprendere, dato il rilievo che l’atto del generare assume rispetto non solo alla procreazione assistita, ma anche all’esperienza umana tutta: è infatti dall’esperienza della paternità/maternità e della figliolanza che scaturiscono i significati radicali del vivere. Ma chiarificare il senso della generazione esigerebbe di affrontare scenari teorici come il rapporto tra cultura e natura, la privatizzazione della coscienza e il conseguente illanguidimento della morale, compito nei confronti del quale la cultura odierna è riluttante. «Questi complessi scenari che stanno sullo sfondo occorre chiarire, per istruire le stesse questioni poste dal prossimo referendum. I chiarimenti auspicati non saranno certo sufficienti a risolvere le questioni legislative. E tuttavia essi sono in ogni caso indispensabili: per aiutare la coscienza del singolo, cristiano e anche non cristiano; e anche per partecipare al dibattito pubblico in forme più pertinenti e produttive».
€ 4,00
 
Pinterest